Trasformazione di Murray Stein

Che cosa accomuna un bruco che sta diventando farfalla, l’opera più importante di un famoso poeta, alcuni aspetti della nostra società ed un famoso psichiatra? Alcune risposte a questa domanda possono essere rintracciate nel libro “Trasformazione” di Murray Stein. L’autore ci guida in un percorso all’interno della “crisi” che conduce alla trasformazione ed alla rinascita, proponendo un modo diverso di approcciare alle difficoltà.

Attraverso la metafora del bruco che diventa farfalla seguiamo alcuni momenti della vita umana ed artistica di R.M. Rilke, P. Picasso o del percorso umano e scientifico di C. G. Jung. Come nel caso del bruco, questi personaggi hanno attraversato periodi di profonda difficoltà che sono stati fondamentali, successivamente, per la definizione delle loro personalità e per il loro “opus“.

I punti salienti di questo processo sono rappresentati dai momenti di transizione, i momenti “liminali” in cui l’individuo sperimenta l’assenza o il dissolvimento dei modi di essere legati al suo passato, funzionali all’arrivo ai nuovi modi di essere in cui può realizzare più compiutamente se stesso e la propria identità più profonda. Il concetto alla base su cui si fonda questa analisi è “l’individuazione” junghiana, ovvero quel processo di evoluzione in cui ognuno di noi arriva ad essere un Individuo, profondamente ed autenticamente se stesso.

La crisi su cui si sofferma principalmente l’autore è quella di mezza età, ma la lettura è consigliata a tutti coloro che stanno vivendo un momento di difficoltà e sono alla ricerca di strumenti utili a dare un senso al proprio vissuto. Questo testo può essere utile anche per tutti coloro che per motivi professionali si trovano ad accompagnare le persone in un percorso di maturazione e cambiamento.

Luca Fabrizi

 

 Foto Alice Popkorn | Flickr | CCLicense