“Insieme nello sport”: sedicesima edizione della manifestazione dedicata allo sport per disabili

Si è svolta al Centro Federale Caravita di Cercola la sedicesima edizione della manifestazione “Insieme nello sport”, una giornata completamente dedicata allo sport per diversamente abili gestita dalla sezione regionale del Coni che negli anni si è ritagliata il suo spazio nel panorama sportivo campano. Guidati dal motto “tutti partecipanti, nessuno escluso” le settantadue associazioni e i millecinquecento partecipanti hanno gareggiato per due ore nelle rispettive discipline spaziando dal calcio all’atletica leggera, dal ping pong per non vedenti al torball.

Una menzione d’onore va concessa ai volontari che rendono la manifestazione possibile, come sottolineato dai diversi organizzatori. “È una splendida giornata di festa, perché siamo riusciti a celebrare questo evento nonostante le difficoltà legate ai problemi degli impianti sportivi. E va sottolineato che i comuni di Cercola, Acerra e la Federvolley campana ci hanno permesso di mandare in scena questa manifestazione. Ringrazio i volontari e le associazioni che ci danno una mano a tener viva questa giornata di festa all’insegna dell’amore e della solidarietà”, ha asserito Sergio Roncelli, presidente del Coni Regionale.

“Grazie ad Amedeo Salerno che 16 anni fa ha ideato questo evento”, sottolinea Carmine Mellone, presidente del Comitato Paralimpico campano. “Noi proviamo ogni giorno a regalare un percorso sportivo ai diversamente abili e questo appuntamento serve a far capire che lo sport è bello e possibile. Questa è una manifestazione straordinaria, una delle più belle del panorama campano, e lavoriamo affinché non debba fermarsi mai“, ha commentato l’assessore allo Sport del Comune, Ciro Borriello. Erano presenti il tenente Franco Di Gioia, comandante della tenenza di Cercola, l’assessore allo sport del Comune di Cercola, Diego Maione, la campionessa italiana di judo non vedenti, Matilde Lauria. In fine standing ovation generale e la promessa di ritrovarsi più forti all’edizione del prossimo anno. Un grazie agli organizzatori che ci ricordano che i limiti, come le paure, spesso sono soltanto un’illusione.

 

Fonte: Repubblica.it