N#52: La cultura non va in vacanza

IL WEB MAGAZINE Numero #52 agosto 2019 La cultura non va in vacanza Come sopravvivere a Roma ad agosto L’estate è dura per chi non può permettersi una vacanza. Soprattutto se vivi in una grande metropoli come Roma. C’è chi dice che Roma ad agosto sia bellissima, finalmente libera dal ...
Leggi Tutto
Secondo la Treccani, mobbing “dall’inglese to mob «affollarsi, intorno a qualcuno», ma anche «assalire, malmenare e aggredire»” è un termine usato “in etologia per indicare il comportamento messo in atto da un gruppo di potenziali prede (per es. uccelli passeriformi) nei confronti di un predatore (per es. un falco), per ...
Leggi Tutto
Guarire dallo stress è possibile e i percorsi che lo permettono sono molti. Il dott. Stefano Ventura, psicologo intervistato a Radio Fuori Onda, ha spiegato gli effetti della mindfulness: un approccio meditativo per gestire lo stress attraverso la consapevolezza. Stefano Ventura fa parte di un gruppo di meditazione laica e ...
Leggi Tutto
Durante la propria vita, gli esseri umani affrontano tante situazioni percorrendo i più svariati percorsi. Tutti i giorni, da quando ci si alza fino a sera, bisogna riuscire a conciliare tutti gli impegni, partendo da quelli di dovere fino a quelli di piacere, ma la giornata è fatta di ventiquattro ...
Leggi Tutto
La parola stress è entrata da ormai moltissimo tempo nella comune terminologia di tutti i giorni. Si parla del capo che ci stressa, delle relazioni stressanti, del ritmo di vita stressante… tutto ormai sembra essere caratterizzato da una connotazione stressante.  Ma qual è il significato di questa parola che tanto ...
Leggi Tutto
Oggi parliamo della capacità terapeutica della libertà, approfittandone per anticipare alcuni argomenti che saranno trattati nel numero di Luglio della rivista 180 gradi che uscirà a fine mese. La grande rivoluzione di Basaglia parte proprio da questa frase, diventata l’emblema per tante persone della possibilità di ritornare a vivere dopo ...
Leggi Tutto

N#51: La libertà è terapeutica. Riflessioni dopo la Conferenza Nazionale per la Salute Mentale

IL WEB MAGAZINE Numero #51 luglio 2019 La libertà è terapeutica Riflessioni dopo la Conferenza Nazionale per la Salute Mentale “Se prima, l’esclusione avveniva attraverso il manicomio, ora passa per l’abbandono, per la solitudine, per l’indifferenza. Questo perché aprire l’istituzione psichiatrica, come afferma Franco Basaglia, “non è aprire una porta, ma la nostra testa di fronte a “questo” malato”. E “questo” malato, è sempre diverso: Luigi, Franco, Mario, e potremmo continuare per tutte le 851.189 persone attualmente seguite dai servizi di Salute Mentale in Italia. Ognuno con la propria unicità che non può essere ridotta a diagnosi. Aprire la nostra testa ...
Leggi Tutto

IL WEB MAGAZINE

SCARICALO. E' GRATIS

Clicca sull'immagine

IL WEB MAGAZINE

Numero #50 giugno 2019

Tempi di ordinaria follia

Che cos’è lo stress?

La parola stress è entrata nella comune terminologia di tutti i giorni. Si parla del capo che ci stressa, delle relazioni stressanti, del ritmo di vita stressante… tutto ormai sembra essere colorato di una connotazione stressante. Ma qual’è il significato specifico di questa parola che tanto utilizziamo? Perché siamo tanto stressati?
scarica il giornale in PDF

Radio Fuori Onda

La radio più matta del web

Radio Fuori Onda rappresenta un punto di incontro e sperimentazione fra linguaggi multimediali, attività terapeutiche e riabilitative nel campo della salute mentale e processi di partecipazione civile e democratica.

Radio Fuori Onda vuole essere un portale di informazione per tutto ciò che riguarda l’ambito della Salute Mentale e vuole essere uno spazio di sperimentazione per dare voce a chi non la ha. Un luogo attento ai contenuti di chi vive esperienze forti, esperienze limite.

Un luogo dove prima che utenti, operatori o psicologi, si è persone, che vogliono esprimersi. Ovviamente, affrontiamo il tema della Salute Mentale in modo vario, partendo dalle inchieste, gli articoli e le interviste, fino ad arrivare a indispensabili momenti di intrattenimento tratti da pezzi comici e film. Il tutto insieme a tanta tanta musica.
E anche se da un punto di vista formale, la nostra comunicazione sarà meno accattivante e persuasiva dei grandi network, i nostri contenuti, a volte detti con affanno, alte volte sussurrati, derivano dalla genuina volontà di esprimersi e dire le ‘nostre’ verità, spesso ai margini della grande rete di informazione commerciale.

Interviste

Psicologia, Salute Mentale ed Eventi culturali

Expo Salute Mentale 2019: un incontro per riflettere, liberi da stigma e pregiudizi

L’energia che non ti aspetti. L’Expo Salute Mentale 2019 ha dato i suoi frutti. Chiunque l’abbia visitato avrà sentito un ...
Leggi Tutto

La nostra mappa interattiva

Con i servizi del Municipio 8 di Roma

Clicca sull'immagine

Vai alla mappa

Progetto Salute in Rete: i servizi pubblici e privati, i luoghi d’interesse, del Municipio 8 di Roma

NELLA MAPPA POTETE TROVARE I PRINCIPALI SERVIZI PUBBLICI, LE REALTÀ DEL TERZO SETTORE, LE ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO E LE REALTÀ ...
Leggi Tutto

Anche la psichiatria sa parlare di emozioni


Le emozioni ferite è il titolo di uno dei testi che compongono e rappresentano lo studio e la lunga esperienza ...
Leggi Tutto
Quella degli studenti fuori sede è una condizione che presenta numerose sfaccettature, contraddizioni e ambivalenze. Diventare studenti fuori sede è un prova evolutiva importante per coloro che decidono di continuare il proprio percorso formativo lontano da casa. È una condizione che pone i ragazzi e le ragazze in una continua altalena emotiva, tra il bisogno di trovare una propria autonomia e la paura di vivere lontani da un contesto familiare e sicuro. Diversi possono essere i motivi che portano a scegliere questa strada: il desiderio di sperimentare e gestire una propria indipendenza; la voglia di vivere in un contesto diverso e più stimolante da quello di origine; a volte più che una scelta è una condizione inevitabile per proseguire gli studi e raggiungere i propri obiettivi. Il motivo che accomuna tutti gli studenti fuori sede, trasferendosi, è la necessità di un cambiamento non solo materiale, ma soprattutto psichico. Spesso il periodo universitario coincide, infatti, con il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, espressione che richiama aspetti in contraddizione, in cui la separazione emotiva e lo svincolo dalla famiglia di origine rappresentano i principali compiti evolutivi. Quello che tecnicamente viene definito “svincolo”, è quindi quel passaggio dalla famiglia al mondo esterno che comporta ...
Leggi Tutto
La cefalea è il disturbo somatoforme per eccellenza, in cui cioè si verifica una costante e inseparabile interazione della psiche e del soma (APA, 1980). Viene considerata tra le prime 10 malattie più invalidanti.  La ricerca è ancora lontana dall’individuare la precisa causa scatenante della cefalea: accanto a determinanti genetiche coesistono fattori intrinseci come gli ormoni e fattori estrinseci come stress, clima e alimentazione. Gli studi sulle cefalee evidenziano una comorbidità con la patologia psichiatrica a carattere ansioso-depressivo. La cefalea, infatti, colpisce tipicamente soggetti ansiosi che vengono sottoposti a compiti che richiedono un impegno assiduo e continuo.  La patologia cefalalgica si manifesta in molte forme, diverse tra loro per la presentazione clinica, prognosi e storia naturale e per la loro origine: la cefalea può, a seconda dei casi, rappresentare un sintomo o può essa stessa essere una patologia autonoma. I diversi tipi di cefalee sono stati organizzati in quattordici gruppi fondamentali che differenziano le cefalee primarie da quelle secondarie.  Nelle cefaleee primarie il dolore alla testa è il sintomo cardine della presentazione clinica, non sono dimostrabili cause organiche: è un disturbo autonomo, idiopatico, non correlato ad altre patologie. Sono inserite nella classificazione delle cefalee primarie:  L’emicrania: presenta con una localizzazione ...
Leggi Tutto
Dal 9 all’11 maggio a Roma, presso l’ex Cartiera latina, si è tenuto un evento di grande impatto e risonanza sociale: l’Expo salute mentale. In tre giorni l’Expo ha ospitato persone provenienti da tutta Italia e i locali dell’ex cartiera hanno visto operatori, utenti, medici, psichiatri e psicologi collaborare attivamente nel promuovere una condivisione di esperienze e storie di vita. Tutto ciò è stato possibile grazie alla voglia di lottare contro lo stigma considerando la psicopatologia come un momento di vita di profonda difficoltà che può e deve trovare una modalità di espressione e comunicazione. Uno sguardo al disturbo psichiatrico non come qualcosa da “curare” o “allontanare” ma come condizione che fa parte della persona in un determinato momento di vita e che tuttavia spesso la isola. Proprio per questo la possibilità di trovare uno spazio di espressione che sia la radio, l’arte o altre forme espressive, facilitano l’inclusione sociale e diventano strumenti utili al non isolamento in momenti di vita difficili. In questo contesto tematico, sabato 11 maggio si è tenuto presso l’Expo un convegno sull’arte come terapia in contesti psichiatrici, come possibilità di esprimere le proprie emozioni e il proprio modo di essere. Il convegno ha affrontato il ...
Leggi Tutto
Vagando per l’Expo salute mentale, abbiamo conosciuto una realtà molto interessante che lavora nell’ambito della riabilitazione psichiatrica e dell’inclusione sociale delle persone con un disagio mentale grave. Abbiamo intervistato Pina, Valerie e Stella della Cooperativa Solaris. La Cooperativa Solaris nasce dall’esperienza di un’associazione intitolata con lo stesso nome, creata nel 2003 da un gruppo di familiari. Solaris Supported Housing prevede che due o tre persone (con disagio mentale) possano abitare stabilmente nello stesso appartamento e che siano supportati economicamente e psicologicamente, se dover trascorrere a tempo indeterminato la propria vita in cliniche residenziali lontane dal proprio contesto di vita. Che cosa fa la Cooperativa Solaris? La Cooperativa Solaris Supported Housing è nata per dare assistenza domiciliare a pazienti psichiatrici che uscivano dalle strutture riabilitative o che comunque avevano bisogno di un supporto per mediare con i familiari e con il coinquilino, nella gestione della casa e della vita quotidiana. È una bellissima realtà perché siamo tutti giovani ed essendo giovani è stata proprio questa la difficoltà: metterla su e mantenerla. È difficile aprire una cooperativa? Sì. Ci vogliono dei soldi iniziali per la costituzione del notaio e poi la spesa del commercialista perché, la cooperativa sociale, essendo una vera e propria ...
Leggi Tutto

“180 gradi” è l’altra metà dell’informazione, quella vista dagli occhi di chi è spesso al margine, ma proprio per questo riesce ad avere uno sguardo “trasversale” su ciò che ci circonda. In un cambio di prospettiva, a volte radicale, la nostra rivista vuole raccontare i fatti sotto un’altra luce, con un orizzonte di significati diverso.

E se cambiano i significati, cambia il mondo e cambia la meta dell’informazione. “180 gradi” sarà un occhio sempre attento al territorio dove viviamo. Sarà un raccoglitore di idee e un laboratorio di democrazia partecipata. Sarà cultura dall’alto e dal basso. Sarà volontà di esprimersi, raccontarsi e informarvi.

Sarà un gioco bellissimo.

“180 gradi” è una testata registrata al Tribunale Ordinario di Roma con Autorizzazione n. 73 del 28/4/2015

Responsabile ProgettoEdgardo Reali

Coordinamento: Valeria Festino

Proprietario: Società Coperativa “Il Mosaico

Direttore: Maria Carla Sicilia

Illustrazioni: Ileana Pace

GraficaRiccardo D’Apostoli

Consulente tecnico: Valeria Festino

Redattori:

Martina Cancellieri

Andrea Terracciano

Massimo Caramanna

Valentina Casentini

Susanna Pinto

Anita Picconi

Daniele Pirozzi

Federico Casamassima

Maria Anna Catera

Webmaster e consulente informatico: Luca Pizzato

“180 gradi” è un progetto di comunicazione sperimentale che vuole dare informazioni riguardo i temi della Salute Mentale. La redazione del giornale è un ‘laboratorio di cittadinanza’ permanente, un luogo inclusivo ed aperto all’incontro con il territorio. Uno spazio dove permettere la formazione e l’inserimento lavorativo di persone con disagio mentale.