Vincitori Cannes 2015

È la Francia ad aggiudicarsi la palma d’oro con Dheepan di Jacques Audiard, mentre il gran premio speciale della giuria va alla pellicola ungherese Son of Saul di Làszlò Nemes. Il premio per la miglior regia invece è stato assegnato al cinese Hou Hsiao-hsien per il suo The Assassin e quello della giuria al greco Yorgos Lanthimos con  The Lobster. Miglior interpretazione maschile a Vincent Lindon per La loi du marché, mentre la miglior interpretazione femminile (ex aequo) a Emmanuelle Bercot per Mon roi e Rooney Mara per Carol.

Nulla per i tre italiani in concorso, a parte il premio della giuria ecumenica per la dimensione spirituale a Mia madre di Nanni Moretti, commentato dalla giuria stessa con queste parole: “per la maestria e l’elegante indagine, piena di umorismo, sui temi luttuosi che la vita ci pone di fronte”.

Per quanto riguarda la categoria Un certain regard, presieduta da Isabella Rossellini, è l’Islanda che si aggiudica il premio con il film Hrutar del giovane regista Grimur Hakonarson.

Il premio speciale della giuria va al croato Sole di piombo di Dalibor Matanic, mentre il giapponese Kurosawa Kiyoshi si aggiudica quello per la miglior regia con il suo Verso l’altra riva. Anche qui nessun premio per l’Italia, rappresentata da Roberto Minervini che ha concorso con Louisiana (The other side), dal 28 maggio al cinema.