Sixthcontinent: reddito di cittadinanza o bufala?

Giovanni Rizzo

Ciao Giovanni,

pochi giorni fa una persona mi ha suggerito di iscrivermi a Sixthcontinent, mostrandomi foto di scontrini nei quali un determinato pagamento avveniva in parte in contanti ed in parte tramite reddito di cittadinanza.. Personalmente non ci capisco nulla, puoi aiutarmi a capire se si tratta di una bufala?

Daniele

Ciao Daniele, sono molto contento della tua domanda perché ho avuto modo di scoprire qualcosa di completamente nuovo anche per me! Quello che riporto qui è, pertanto, frutto di un veloce studio e dell’esperienza che ho fatto io stesso iscrivendomi a sixthcontinent.com per toccare con mano come funziona.

La prima cosa che ho capito è che sixthcontinent è una sorta social-network (tipo facebook) dove aziende e persone si possono iscrivere e invitare amici per vendere e comprare prodotti. Se ti vuoi iscrivere come cliente è molto facile: accedi al sito e fornisci i tuoi dati personali (la carta di credito non è richiesta). Cosa succede poi?

Una volta dentro puoi stringere amicizia con le persone già iscritte e cercare le aziende o i prodotti che ti interessano per fare acquisti. Ci si chiede: cosa c’è di particolare in tutto ciò? La cosa particolare è che, per ogni acquisto che viene fatto attraverso questo network, l’azienda che ti vende il prodotto rinuncia ad una parte del prezzo pagato per distribuire un po’ di ricchezza alla comunità degli iscritti, ovvero i cittadini di sixthcontinent.

Proviamo a spiegarlo meglio con un esempio ispirato alle presentazioni che sixthcontinent ha caricato su internet:

  1. Voglio comprare una torta e su sixthcontinent.com trovo una pasticceria che mi piace

  2. Acquisto la torta pagando 100€ alla pasticceria

  3. La pasticceria non riceve 100€, bensì 94€ perché rinuncia al 6% del prezzo

  4. I 6€ vanno a costituire il reddito di cittadinanza per i futuri acquisti dei cittadini di sixthcontinent

  5. Ogni cittadino ha un reddito di cittadinanza con il quale può pagare fino alla metà del prezzo per gli acquisti sulle aziende iscritte a sixthcontinent

Letto così sembra che le aziende stiano pagando una tassa ai potenziali acquirenti di sixthcontinent. Ma le aziende non pagano già abbastanza tasse? Che vantaggio hanno iscrivendosi? Il vantaggio è senza dubbio che i 6€ a cui rinunciano dovranno essere spesi sulla rete di aziende che fanno parte di sixthcontinent, quindi i cittadini saranno più incentivati a comprare nuovamente presso le aziende iscritte (cd. fidelizzazione).

Un’altra domanda è subito sorta sia a me che agli amici con cui ne ho parlato: come vengono distribuiti i 6€, ovvero il 6% degli acquisti effettuati? Sul tutorial di sixthcontinent (disponibile su youtube) viene così illustrato:

six

RIsposta sixthcontinent

Da questo schema si capisce che il tuo reddito di cittadinanza dipende dal numero di amici che hai su sixthcontinent e da quante persone o negozi hai invitato. Ma cosa succede nel caso in cui un cittadino o un negozio non sia stato invitato da nessuno? Cosa succede al reddito di cittadinanza degli iscritti che non fanno mai acquisti? Quando mi sono iscritto (il 30 Luglio) ho trovato questo messaggio sulla mia pagina:

Hai ancora 2 Giorni a tua disposizione per effettuare un Acquisto di qualsiasi importo, con o senza l’utilizzo del Reddito di Cittadinanza, per evitare che il tuo Credito Disponibile venga ridistributo sugli Utenti che abbiano eseguito almeno una transazione nel mese corrente”

Questo messaggio mi ha fatto capire che il reddito di cittadinanza viene distribuito tra gli utenti che fanno acquisti attraverso il sito, non proprio a tutti i cittadini. Questo implica che uno dei vantaggi del sistema (avere uno sconto fino ad un massimo del 50% per gli acquisti attraverso sixthcontinent) funziona solo per i cittadini che fanno acquisti regolarmente, evitando che chi compra raramente approfitti di un sistema al quale non contribuisce.

L’idea alla base di questo “sesto continente” è anche di favorire le aziende che contribuiscono di più all’occupazione. In particolare, le aziende vengono classificate in base al numero di dipendenti assunti e i cittadini possono valutare dove acquistare i propri prodotti in base al contributo “sociale” dell’azienda.

Sixthcontinent è quindi disegnato per il cittadino che effettua acquisti “consapevoli” e non si basa esclusivamente sul fatto che un’azienda produca al prezzo più basso. Questa idea è avvincente e si oppone al principio di concorrenza e razionalità su cui si fonda il nostro sistema economico, il quale premia chi riesce a produrre ai prezzi più bassi possibili per massimizzare i profitti.

Sixthcontinent si pone dunque come una grande sfida che ha però bisogno di essere supportata dalla massima trasparenza: non è facile capire i numeri di sixthcontinent ad oggi.

Da quanto ho potuto dedurre sembra che le aziende iscritte siano meno di duemila e quasi tutte concentrate in Italia (come si vede da questa mappa che ho ritagliato dal sito il 30 Luglio); i cittadini iscritti circa settantamila (il codice identificativo che mi è stato assegnato è il 70.908); l’economia movimentata circa novantatremilioni di Euro.

six2

Cercando su google ho capito che il sito è stato fondato tempo fa (questo articolo risale al 2012) e non ha ancora raggiunto la massa critica necessaria affinché il sistema produca i benefici che il fondatore e gli “attivisti” auspicano. Inoltre, dalla mia breve esperienza personale mi è sembrato che la app per il cellulare e il sito web sixthcontinent.com debbano essere molto migliorati per attrarre più utenti.

Per rispondere alla tua domanda, posso dire che sixthcontinent non mi sembra una bufala ma che è ancora lontano dal produrre i benefici sperati.

Spero di essere stato chiaro e di non aver frainteso le informazioni che ho trovato su internet. Ad ogni buon fine, riporto la lista dei siti che ho consultato in modo che i nostri lettori possano soddisfare la curiosità su questo interessante esperimento:

https://www.sixthcontinent.com/

Canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCW2jTCoHkrFIPoCvpXLZsBA

Intervista al fondatore (6 Dicembre 2013): http://abcrisparmio.soldionline.it/guide/altra-economia/sixth-continent-il-nuovo-social-network-economico

Video di un utente entusiasta (20 Maggio 2015): https://www.youtube.com/watch?v=hhEQ6r3lqMY

Blog del Movimento Cinque Stelle: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2014/04/sixth-continent.html

Meccanismo per la classificazione delle aziende (sul mio computer non ha riportato alcun dato): http://momosy.com/MoMoSy12/piramide.php

 
15929748937_03240dc2d9_kPuoi fare una domanda su qualsiasi tema di economia, compilando questo semplice contact form. E’ una buona occasione per chiedere quelle cose che non sai o che fai finta di sapere nelle discussioni con gli amici, provando leggere ma fastidiose ansie e rischiando inutili gaffe. Con questa rubrica, forse ti sentirai più sicuro e guardando il telegiornale il blackout mentale che ci affligge un po’ tutti quando si parla di economia sarà minore. Forse.

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio