Una giornata alla scoperta di Vip Radio, nella splendida cittadina di Gubbio

Lo scorso 17 Luglio la nostra Radio Fuori Onda è partita per la splendida regione dellUmbria, più precisamente alla volta di Gubbio, in un viaggio organizzato per conoscere e condividere una giornata con i ragazzi della radio gubbina, Vip Radio, una realtà on line attiva da circa due anni sul territorio. Vip Radio, una realtà on line attiva da circa due anni sul territorio. 

Si è trattato di un momento ricco di emozioni e sensazioni molto belle, una giornata in cui sono state condivise le proprie esperienze da due realtà simili. Ciascuna radio ha raccontato e ha messo a confronto il proprio modo di lavorare, spiegando come sono strutturate e organizzate le proprie trasmissioni. 

Una giornata in cui tutte le persone presenti, sia da una parte sia dallaltra, hanno contemporaneamente imparato e insegnato qualcosa, e tutti gli speaker sono tornati a casa più ricchi di prima, proprio come uno degli obiettivi di questo tipo di radio, ossia quello di crescere e andare avanti insieme, con progetti e scopi comuni, facendo tesoro delle esperienze altrui per crescere, migliorarsi e imparare. 

Nellarco di questo splendido incontro si è organizzata sul momento una diretta condivisa. Il tutto in un bar, allinterno di Parco Coppo, i cui responsabili sono stati disponibili e molto ospitali. Durante la prima parte dellincontro avevamo mangiato tutti insieme allinterno di questo splendido spazio verde, pieno di alberi, in spensierata e allegra compagnia. 

La trasmissione si è svolta in diretta sulle frequenze di Radio Fuori Onda. Importante è sottolineare il coraggio degli speaker gubbini che in questa trasmissione sono andati in diretta per la seconda volta, dopo quella fatta allExpo della salute mentale nel mese di maggio a Roma. Le loro trasmissioni sono, infatti, come ci hanno raccontato, tutte registrate. Si è deciso insieme di parlare delle differenze tra il piccolo centro (Gubbio) e la grande città (Roma) a 360 gradi, mettendo a paragone le due quotidianità da tantissimi punti di vista, analizzando, i pro e i contro di entrambe le realtà. 

Si è spaziato da argomenti come il trasporto pubblico, passando alla cucina, alla confusione, alla solitudine, ai pro e i contro del conoscersi tutti o meno e tanto altro. Una chiacchierata interessante nella quale sono intervenuti anche gli speaker di origine diversa da quelle romane e gubbine, raccontando le loro emozioni nel cambiamento di vita e come si trovano in questa nuova realtà. 

Inoltre si è anche parlato delle tradizioni del posto e i ragazzi di Gubbio ci hanno raccontato della più curiosa, quella della patente dei matti che viene assegnata dai cittadini di Gubbio dal 1980. Per ottenerla bisogna avere come requisiti quelli di essere matto, sognatore, libero, idealista, coinvolto dalla passione e che fa le cose con il cuore. Avviene proprio come in un battesimo, si fanno tre giri della fontana del Bagello e con quella stessa acqua si viene battezzati. Tale battesimo è celebrato nel mese di maggio, mese che per Gubbio è pieno di eventi tra cui la famosa corsa dei ceri. 

Tantissimi complimenti per la bravura e la forza con cui gli speaker gubbini, nonostante stiano ancora alle prime armi di questa avventura, hanno affrontato questa diretta, dando lidea, a chi li ascoltava per la prima volta, di essere speaker con una lunga esperienza e dando limpressione di fare radio da una vita, affrontando la diretta con molta sicurezza e nascondendo, ove ci fosse, il loro timore. 

Una giornata veramente molto bella dove entrambe le realtà si sono arricchite imparando luna dallaltra, condividendo esperienze passate e in loco, lavorando insieme, esattamente secondo lo spirito che deve sempre animare la radio. 

 

Anita Picconi