author Maria Anna Catera

Il mio nome è Maria Anna Catera, sono nata nel 1992 e sono di Roma. Molto sensibile al tema della salute mentale, nutro interesse per la psicologia e non solo. Mi sono riscoperta amante dell’ambiente e dell’ecologia. Ho un carattere molto particolare, pieno di sfaccettature. Mi piace coltivare l’amore per l’arte sacra fino alla passione sfrenata per il metalcore. Dal 2019 scrivo per il giornale 180 Gradi.

L’avvento della connessione 5G, tra la paura e lo stupore

La tecnologia ha compiuto enormi passi avanti negli ultimi decenni, incrementando esponenzialmente le sue possibilità di utilizzo e modificando profondamente la nostra vita quotidiana. L’avvento della connessione 5G è destinato a produrre effetti ancora maggiori, tanto che le aspettative in […]


La Giornata della Terra. Svegliamo le nuove generazioni

Il nostro pianeta è un bene inestimabile, il più grande che abbiamo; per ricordarlo è stata istituita la Giornata mondiale della Terra che cade il 22 aprile. L’“Earth day” è un evento di sensibilizzazione alla tutela del Pianeta, che attrarre […]


Questione di memoria

Qualche suggerimento per la memorizzazione Possiamo definire la memoria come una facoltà straordinaria che dall’antichità fino ad oggi ha attirato l’attenzione di poeti e scienziati. Si basa su svariati meccanismi grazie ai quali possiamo ricordare sia intenzionalmente che involontariamente.  La […]


L’istruzione di qualità nell’Agenda 2030

Un occhio al presente e uno sguardo al futuro «La conoscenza è potere» diceva Francis Bacon agli inizi del Seicento; frase questa ancora attuale. Viviamo in un mondo in cui l’istruzione è necessaria e la sua conseguente mancanza non può […]


Buona scuola e Digital Divide

Una riforma utopistica che non tiene conto dei reali problemi scolastici  La tecnologia ha un costo, la grande innovazione che ha portato con sé è solo per chi se lo può permettere. Da qui è stato generato il Digital divide […]


Barriere architettoniche, non solo un ostacolo sociale

Siamo tutti uguali di fronte alla legge  Sembra cadere nel vuoto l’incessante grido della comunità disabile, che utopicamente rivendica i propri diritti inviolabili al cospetto della giustizia. I nostri politici hanno sfruttato la situazione a loro vantaggio, come è capitato […]


Mobilità, il progresso è la tecnologia

La disabilità si rende autonoma con app e dispositivi assistivi  «Mi sento un’altra persona. Non camminerò mai, muoverò le mani in modo sempre meno coordinato, ma non importa. Ora posso comunicare: ho scoperto il computer e col sintetizzatore vocale posso leggere e scrivere. Ho […]