Lucca Comics and Games 2017: un’anticipazione…

foto di Andrea Giangrandi

foto di Andrea Giangrandi

Dall’1 al 5 novembre 2017 torna la fiera di fumetti e giochi più importante d’Italia (e non solo!): parliamo di Lucca Comics & Games. Per festeggiare l’inizio del secondo mezzo secolo di ricorrenza, gli organizzatori della fiera hanno deciso di puntare tutto sull’idea dell’Eroe (con la “e” maiuscola) a 360 gradi. Un Eroe che abbraccia tutte le realtà che hanno reso Lucca famosa in tutto il mondo: dai fumetti ai romanzi fantasy, dai film ai videogiochi, dai giochi da tavolo alle serie tv. Comunque è indubbio che i veri protagonisti rimangono gli Eroi in “carne ed ossa”, ossia gli spettatori, che si mettono in viaggio per creare ogni anno il più grande community event europeo.

I social network, poi, hanno evidenziato dei valori comuni che da sempre accompagnano i visitatori della fiera, gli Eroi che in questo caso diventano ancora più protagonisti del tutto. Grazie dunque alla rete, lo staff di Lucca Comics and Games è riuscito ad inquadrare una serie di valori che fanno della manifestazione un viaggio unico e sempre nuovo, un’avventura impegnativa ma irrinunciabile, un momento di incontro e partecipazione. Il contesto all’interno del quale si muovono gli Eroi aiuta a scovare questi valori: gli Eroi, per essere tali, devono sempre mettersi in viaggio verso l’avventura, anche se non si sentono pronti, anche se hanno paura. Ma gli Eroi non sono soli, hanno degli amici che viaggiano con loro, che li aiuteranno ad affrontare i pericoli, a vincerli, portando infine ad una “trasformazione” dell’Eroe stesso. È questo che, in sostanza, capita a Lucca ogni hanno: l’esperienza della manifestazione cambia le persone, forse non le completa certo, ma sicuramente le arricchisce.

E quindi ecco i cinque valori dell’Eroe-viaggiatore di Lucca Comics and Games. Li prendiamo direttamente dal loro sito:

  • “CommunityLucca Comics & Games è un momento di partecipazione del pubblico, che diventa protagonista e non solo spettatore. La manifestazione è costruita dai fan che la rendono unica al mondo, che vivono in prima persona il sogno autoriale preferito, e ne creano di propri: un appuntamento, un incontro, un nuovo storytelling. Dunque…#aLuccaPartecipiamo.
  • La manifestazione è per tutti, non vuole escludere nessuno, perché ognuno può svelarci un segreto o farci conoscere altri eroi: #aLuccaAccettiamo di essere tutti diversi l’uno dall’altro, gli appassionati di fumetto si aprono ai gamer, i cosplayer accolgono i lettori, gli esperti di fantasy si aprono ai fan di zombie e vampiri, gli otaku agli amanti del Far West. La diversità è la parte più bella dell’avventura.
  • Conoscere nuovi mondi, varcare la frontiera come ogni viaggiatore. A Lucca si viene per celebrare la passione per il proprio mondo, ma anche per scoprirne uno di cui si ignorava l’esistenza. Coi fumetti, coi libri o i videgiochi, a Lucca ci spingiamo oltre le nostre preferenze, ogni anno #aLuccaScopriamo una zona del festival mai visitata. Si cresce anche così.
  • Essere apprezzati e apprezzare: #aLuccaRispettiamo tutti, ma soprattutto – come i veri eroi – amiamo la terra che calchiamo lungo il cammino: il nostro pubblico capisce il valore culturale dei luoghi monumentali della città, li vive a fondo perché sono il palcoscenico ideale per essere protagonisti, li protegge e li lascia intatti per chi verrà dopo.
  • Offrire agli altri visitatori i propri talenti, agli ospiti la sua passione e la sua gratitudine, a tutti la sua energia: è bella la cura con cui- come gli eroi – assembliamo la nostra armatura, la dedizione con cui affrontiamo un lungo viaggio o una lunga attesa, e la sincerità con cui #aLuccaRingraziamo, prima di una dedica o della risposta a una domanda, gli autori che amiamo. E loro ringraziano gli appassionati che li celebrano nel magico scenario di Lucca”.

Sul fronte “ospiti” anche quest’anno Lucca ci propone dei nomi di primo piano, e non potrebbe essere diversamente. Ricordiamo Michael Whelan, autore del poster di questa edizione e uno dei maggiori artisti fantasy in circolazione (ma anche primo pittore vivente onorato nella Science Fiction Hall of Fame di Seattle, insieme a personalità del calibro di Steven Spielberg e Ursula Le Guin); avremo poi la fumettista Raina Telgemeier, autrice delle graphic novel autobiografiche “Smile” (per oltre 4 anni consecutivi nella classifica dei best seller del New York Times e vincitore dell’Eisner Award 2011 come Miglior pubblicazione per adolescenti) e “Sorelle”; lo scrittore Timothy Zahn, tra i principali scrittori americani della saga di “Star Wars” nel quarantesimo anniversario del primo film della serie, e autore di “Terminator Salvation”. Ad essi si aggiunge Igort, nome d’arte di Igor Tuveri, autore prolifico di graphic novel pluripremiate, illustratore ed editore, ma è anche autore di racconti, romanzi e musiche. È stato il primo occidentale a disegnare un manga in Giappone e ha pubblicato su tutte le più prestigiose riviste italiane e internazionali. E potremmo citare tanti altri autori, Jason Aaron (Wolverine, Black Panther, Ghost Rider…), Roberto Fraga (Captain Sonara, Shrimp…), Victoria Francés (Favole, Misty Circus…), Arianna Papini (già direttore artistico della casa editrice Fatatrac)… la lista sarebbe davvero troppo lunga.

Le sorprese non finiscono qui. Chi già conosce la manifestazione forse potrà pensare che non sarebbe possibile ancora più di così, ma la città si allarga nella città stessa. Ancora di più. Quest’anno la “direttrice” di espansione è verso il nord-est, a completare un pacchetto di location suggestive e di alto potenziale. Una delle novità più importanti dell’edizione 2017 è perciò lo sbarco di Activision, tra le major mondiali del videogaming. E sarà uno sbarco che andrà ad animare piazza Santa Maria, una zona cruciale per l’espansione della manifestazione sul territorio cittadino. Si rafforza così il comparto del videogioco di Lucca Comics & Games. E poi c’è la Japan Town, che festeggia i dieci anni di passione per il Sol Levante con un consolidamento e un allargamento in piazza San Pietro Somaldi.

Infine, per quanto riguarda il fronte biglietti, la prevendita iniziata martedì 4 luglio (ossia quattro mesi prima dell’apertura dei padiglioni) sta andando oltre ogni più rosea aspettativa: quasi 3000 i biglietti venduti in 48 ore, un record. Uno nuovo per Lucca. Quest’anno lo staff ha scelto di estendere ulteriormente il periodo di prevendita per agevolare i fan e favorire chi acquista subito: infatti, fino al 4 settembre il prezzo di tutte le tipologie di abbonamento resterà bloccato alle tariffe 2016. Un’opportunità in più per chi vuole mettere al sicuro la propria partecipazione, visto che – lo ricordiamo – nella giornata del 30 ottobre 2016 si è verificato un sold out, toccando il tetto massimo degli 80.000 biglietti giornalieri. La corsa ai biglietti è iniziata…

Matteo Roberti