author Maria Carla Sicilia

Giornalista nella squadra di 180gradi. siciliamc@gmail.com

Giovanna del Giudice (StopOpg): “ora la battaglia è contro le Rems”

A pochi giorni dalla chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari abbiamo raggiunto Giovanna Del Giudice del Comitato StopOpg per chiederle un commento e capire insieme a lei come può svolgersi il lavoro nelle Rems da ora in avanti. Qual è il […]


Adolescenti, dalla rete non solo pericoli

Di bambini e ragazzi con tablet e telefoni in mano connessi ad internet è sempre più pieno intorno a noi e sempre più per i ragazzi nati negli anni 2000 la scoperta del mondo passa attraverso l’uso della rete. Il […]


Contrasto al cyberbullismo: la legge e il piano nazionale

La legge È attualmente in discussione in parlamento il disegno di legge “Tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”, assegnato il 27 settembre alla 1° Commissione permanente affari istituzionali del Senato dopo essere stato […]


Oltre la paura

Ogni numero di 180 gradi è frutto di un mese di lavoro: di riunione in riunione si decide il tema del numero, ci si divide i compiti organizzando incontri e interviste e si dà forma al magazine. Abbiamo deciso da […]


Non solo gol. La partita dei Birilli

La prima regola è il rispetto. Poi l’obiettivo è divertirsi. Non solo divertirsi, certo, vincere non guasta. Ma quando vedi i Birilli giocare nel campo da calcio non puoi non percepire che quel momento lo aspettavano da una settimana intera, […]


Accogliere si può? Lo sgombero del Baobab

A tornarci oggi in via Cupa, nel luogo che per mesi è stato laboratorio virtuoso di accoglienza, si trovano le porte chiuse. Le ha chiuse il Comune, su ordine del prefetto Francesco Paolo Tronca, applicando una sentenza del Tar del Lazio […]


La casa dei pazienti: l’esperienza degli appartamenti supportati

“Il beneficio più grande che abbiamo sperimentato in questo anno e mezzo è che diversi utenti hanno richiesto un maggior sostegno psicologico o terapeutico. Persone che magari tempo prima rifiutavano l’accettazione della propria malattia, attraverso una maggiore consapevolezza di sé […]