Film per Natale

Al cinema e su alcune piattaforme digitali

La Redazione di 180 Gradi dopo la riapertura dei cinema seguendo le norme di sicurezza, ovvero mascherina e distanze, ha visto vari film interessanti. Quindi vi diamo questi consigli:

Una donna promettente: Regia di Emerald Fennel, attrice protagonista Carey Mulligan, il suo scopo è vendicarsi nei confronti di tutti gli uomini che nei locali cercano di rimorchiare le ragazze per poi violentarle da ubriache, l’attrice fa finta di aver bevuto molto per poi mettere in azione la vendetta. La morale ovviamente è un film contro la violenza sulle donne.

Agente speciale 117 al servizio della Repubblica – Missione Cairo: Regia di Michel Hazanavicius, attore protagonista Jean Dujardin, il film è una simpatica parodia di 007, solo che questa volta l’ attore è francese. Questo è il classico film d’azione ironico, prendendo in giro James Bond.

Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di morto: Regia di Riccardo Milani, protagonisti Paola Cortellesi e Antonio Albanese, in questo film i due protagonisti evidenziano le problematiche di un rapporto di coppia avendo modi di vivere completamente diversi lui di lusso, lei di periferia. In questo film si affrontano molti temi, la famiglia, i divorzi, l’adolescenza.

Gli ultimi saranno ultimi: Regia di Massimiliano Bruno, protagonisti Paola Cortellesi ed Alessandro Gassmann, anche qui la Cortellesi evidenzia i problemi della società, soprattutto con un compagno (Gassmann) che non intende trovare un lavoro serio, lei rimane in cinta ed iniziano i problemi. In questo torna la tematica dei diritti delle donne, della povertà, del lavoro difficile.

Maledetta primavera: Regia di Elisa Amoruso, protagonista Emma Fasano, la regista dedica questo film alla sua famiglia, la storia di una bambina madre con un infanzia molto infelice. Anche qui si vedono i problemi degli anni 80’ nelle periferie di Roma. Il tema principale di questo film è la fase di adolescenza per una ragazza già donna, che deve accudire un fratellino, che ha problemi con i genitori.

Ancora più bello: Regia di Claudio Norza, protagonisti Ludovica Francesconi e Giancarlo Commare, è una storia d’amore nonostante i grossi problemi di salute della protagonista, che è molto forte affrontandoli con allegria. Il film fa parte di una trilogia. Il primo è intitolato “Sul più bello” e l’ultima che uscirà l’anno prossimo “Sempre più bello”. L’argomento principale è come convivere con una malattia senza rovinarsi la vita, avere comunque un alta autostima.

Marylin ha gli occhi neri: Regia di Simone Godano, protagonisti Stefano Accorsi e Miriam Leone, gli attori si trovano entrambi in un Centro Diurno per motivi diversi, lei è una mitomane, lui un cuoco schizofrenico. Ma insieme per caso lavorano nella mensa del Diurno, lei come supervisione. Qui il tema principale è la salute mentale, il rapporto tra vivere fuori e dentro un Centro Diurno convivendo con le proprie problematiche.

La Padrina: Regia di Jean Paul Salomè, protagonista Isabelle Huppert che fa sia la poliziotta che la criminale nello stesso momento. La Padrina è una traduttrice delle telefonate di malfattori, solo che quando scopre che è coinvolta emotivamente cambia atteggiamento e si comporta come loro.

In questa storia che è la mia: Regia di Luigi Antonini, protagonista Claudio Baglioni che esegue un concerto senza pubblico nel Teatro dell’ Opera, cantando con lo sfondo di coreografie ballate, il suo ultimo disco omonimo al film. Al posto del pubblico, ovvero nei posti dove si dovrebbero sedere le persone, si sono esibiti coristi e ballerini partecipando alla coreografia. Molto bello anche il montaggio delle scene che ovviamente in un concerto dal vivo sarebbe stato più difficile realizzare.

Io sono Babbo Natale: Regia di Edoardo Falcone, protagonisti Marco Giallini e Gigi Proietti. L’artista romano con un film, ironico, drammatico e dolce, nello stesso tempo fa ridere e commuovere. Ci ha lasciato come sempre con un ottima interpretazione. Ovviamente i protagonisti in questo film sono anche i bambini, come giusto sia, in un fantastico film di natale. Poi anche in questo si affronta il problema del rapporto di coppia, del lavoro e di chi fa cose disoneste per vivere.

Per tutta la vita: Regia di Paolo costella, ha un bel cast di attori, Claudia Gerini, Claudia Pandolfi, Ambra Angiolini, Luca Bizzarri, Carolina Crescentini, Paolo Kessisoglu, Filippo Nigro, Fabio Volo. Parla di amore, relazioni, divorzi, matrimoni, famiglia. E’ un po’ sullo stile del primo “Immaturi”, una bella commedia all’italiana, molto attuale.

Tutti questi film sono belli e gli andrebbero dati voti alti, perché lasciano una morale, un messaggio tra le righe, ovviamente diverso da film a film, esci dal cinema che hai imparato qualcosa di nuovo. Quindi bisogna tornare nei cinema, possibilmente in compagnia, anche per aiutare il mondo dello spettacolo a riprendersi. Comunque in quell’ora e mezza di media di un film ti rilassi, almeno in questi casi, può capitare di sentirsi coinvolto e in quel caso ancora di più, il film può diventare una lezione di vita.

 

Foto di dbreen da Pixabay CC-License