Una vacanza a Spoleto

Tra bellezza, cultura e relax 

Anche quest’anno siamo giunti al mese di dicembre e come tutti gli anni arrivano le festività più belle e lunghe dell’anno. Tutte le famiglie e le persone in questo periodo si organizzano su come passeranno le festività e, ovviamente, c’è anche chi decide di partire per una vacanza. Le mete che si possono raggiungere e visitare sono davvero tante e ce ne sono per tutti i gusti, senza necessariamente dover cambiare paese, dato che l’Italia è uno dei posti più belli del mondo, ricca di natura, cultura e molto altro. Nel nostro paese si trovano posti incantevoli che, una volta conosciuti, difficilmente si dimenticano e molto facilmente restano nel cuore. Le nostre regioni hanno al loro interno città e paesi veramente unici: dalla Sicilia alla Valle d’Aosta o, per esempio, quelli dei territori del centro Italia. A tale proposito, nel territorio umbro spicca Spoleto, una cittadina medievale tranquilla, graziosa e ricca di cultura.  

Spoleto è un paese circondato da uliveti, colline e vigneti. Le sue origini risalgono alla preistoria, nello specifico all’età del Bronzo. Tra i posti più caratteristici sicuramente è molto famosa la Rocca Albornoziana situata sul colle di Sant’Elia; le notizie che ci arrivano sulla sua nascita dicono che si tratta del principale baluardo fatto edificare da Papa Innocenzo VI, per rafforzare militarmente e rendere più evidente l’autorità della chiesa. Si tratta di una struttura molto suggestiva che si raggiunge attraverso una lunga passeggiata in salita, dove si respira un’aria pulita, lontano dall’inquinamento acustico e atmosferico della città; come se per pochi attimi ci si scordasse della quotidianità frenetica e ci si catapultasse in un’altra dimensione fatta di pace e serenità. Lo dimostra anche un aspetto molto curioso e, per certi versi, anche un po’ strano: lungo il percorso sulla strada si possono ammirare tantissime lumache spostarsi sul terreno. Una volta arrivati in cima si può ammirare il museo del ducato di Spoleto, le cui meraviglie si possono anche apprezzare all’esterno dell’edificio, con affreschi antichi che fanno da cornice al museo. Le meraviglie di questa cittadina non finiscono qui e, nonostante si tratti di un comune non troppo grande, la cultura non manca. All’interno del centro storico, nel complesso monumentale di Sant’Agata, troviamo due luoghi molto importanti: il Teatro romano e il Museo archeologico nazionale.

Quest’ultimo, un edificio molto grande, il cui percorso espositivo è sviluppato su due piani dove sono conservati tantissimi oggetti che rappresentano la storia di Spoleto, dalla sua nascita all’età del Bronzo fino a oggi. Qui possiamo ammirare spade, cinture, oggetti decorativi per la casa, anelli e orecchini, c’è inoltre un’area dedicata agli etruschi. C’è poi il museo Diocesano comunale, dove si trovano molte strutture in bronzo e in legno; e il famoso Duomo di Spoleto, ricco di affascinanti e suggestivi affreschi, con al suo interno la cattedrale, che in principio si chiamava Santa Maria Assunta, costruita in stile romanico alla fine del XII secolo; nel corso dei secoli ha subìto diverse modifiche che ne hanno cambiato la struttura. 

Le feste sono arrivate e abbiamo tutti voglia e bisogno di rilassarci e divertirci. Perché allora non approfittarne per fare una bella vacanza, o anche una semplice gita, in questa meravigliosa cittadina? Da Roma dista solo un’ora e mezza di treno. Potrebbe essere un’occasione per ammirare le ricchezze che abbiamo intorno a noi, che tutto il mondo ci invidia e che non sempre apprezziamo fino in fondo. 

 

Anita Picconi   

 

Foto di Anita Picconi