Il fenomeno mascherina, da obbligo a moda: dimmi quale utilizzi e ti dirò chi sei

La nostra esistenza, le nostre abitudini e giornate sono ormai accompagnate da una presenza fissa: la mascherina. Il Covid-19 ci ha costretti a indossarla obbligatoriamente, quanto meno nei luoghi chiusi. Questa decisione non è stata accolta molto bene dalla maggioranza delle persone e, anche coloro che sembrano tollerarla, non fanno di certo salti di gioia.  

Gli esperti consigliano quella chirurgica, sostenendo sia la più sicura ma, per svariati motivi, non tutti la utilizzano. Davanti a una tale situazione, difficile da accettare e gestire, la reazione dei cittadini è stata quella di reagire facendo in modo che tale obbligo diventasse una sorta di moda. Ma come si traduce questo nella quotidianità? 

Come accennato, non tutti utilizzano la mascherina chirurgica, uno dei motivi è sicuramente quello economico. La sua efficacia, infatti, dura circa sei ore e le persone che passano la maggioranza della giornata fuori casa, non possono permettersi di usarne una o addirittura due al giorno. La mascherina non chirurgica, invece, si compra e si usa per tanto tempo, semplicemente lavandola ogni quattro o cinque giorni. A questo proposito sono nate anche le mascherine di stoffa e da qui è nata una moda. 

Si tratta di un oggetto spesso fastidioso, ingombrante, soprattutto durante lestate, e ad alcune persone può capitare di sentirsi ridicole o in imbarazzo. Per sopravvivere a questo obbligo in molti hanno reagito, forse anche inconsciamente e come meccanismo esorcizzante, cercando di vivere la mascherina come qualcosa che in qualche modo li rappresenti. Proprio come un qualsiasi altro accessorio, al pari degli orecchini, una borsa o un paio di scarpe, la mascherina viene abbinata ai vestiti o la si sfoggia utilizzandola per comunicare i propri hobbies o passioni: ecco che diventa il simbolo di appartenenza a un determinato gruppo, come una squadra di calcio, un gruppo musicale, o più in generale definisce lidentità di chi la indossa, come amante degli animali, della natura o altro a seconda di ciò che vi è stampato sopra. Tra i tanti tipi di mascherine che continuiamo a vedere, si possono notare anche quelle personalizzate con il proprio nome, esattamente al pari di magliette, ciondoli o braccialetti. 

Ma la moda delle mascherine non è finita qui perché, oltre a tutti questi modelli, sono scoppiati dei veri e propri boom lanciati da VIP e personaggi del mondo dello spettacolo. Proprio agli ultimi MTV Video Music Awards Lady Gaga (vincitrice di 5 premi tra cui cantante dellanno) ha sfoggiato la sua collezione di mascherine estrose e spettacolari. 

Si tratta di un vero e proprio fenomeno, interessante da studiare e analizzare, perché in grado di dare informazioni su alcuni tratti psicologici e attitudinali delle persone. 

Dimmi che mascherina utilizzi – quante ne hai, ogni quanto la cambi, con quale criterio– e ti dirò chi sei! 

 

Foto: Lady Gaga agli MTV Video Music Awards 2020