Xiaomi Mi 11: uno smartphone ecologico e all’avanguardia

Siamo in attesa del nuovo Xiaomi Mi 11, il top di gamma della casa cinese, che sarà il primo smartphone a montare il processore Snapdragon 888 di Qualcomm. Il nuovo uscito dellazienda cinese è già in vendita nella madrepatria a un prezzo che si aggira attorno i 500588. Tra le novità più interessanti, il fatto che la punta di diamante della Xiaomi non includerà di serie il caricabatterie, ma lascerà al consumatore la possibilità di comprarlo a parte, pagando un costo aggiuntivo. 

Attenzione allambiente, quindi, e risparmio insieme. La scelta deriva anche dalla raccomandazione dellUE del 2009 che incoraggia a far adottare il caricatore unico da parte dei consumatori, ovvero un solo apparecchio per più dispositivi. Sono ben 51.000 le tonnellate di spazzatura elettronica che vengono prodotte ogni anno, senza contare che solo il 20% di esse non seguono la corretta linea di smaltimento, andando a finire in discariche non idonee e inquinando irrimediabilmente lambiente circostante. Per questo, la decisione della leader cinese è quanto mai importante in questo periodo storico. 

Il Mi 11, soprannominato da noi la Bomba, vanta, per la sua versione base, 8GB di RAM e 128GB di memoria interna, mentre per ogni versione connettività 5G, Wi-Fi 6, Bluetooth 5.2, Audio stereo Harman Kardon, un display da 6,81 pollici QHD+ HDR 10+ 120Hz, tre fotocamere posteriori con la principale da 108MPX f/1.9, fotocamera anteriore da 20MPX e batteria da 4.600mAh con ricarica da 55W (wireless 50W, inversa 10W). 

Insomma, il Mi 11 ci ha stupiti per il nuovo potentissimo processore Snapdragon, e come Apple per l’interesse all’ambiente, sapranno fare altrettanto le rivali Huawei e Samsung? 

 

Daniele Baldi